Scopri come nasce NESQUIK

Vuoi sapere come nascono i prodotti NESQUIK? Scopri tutto il processo: dalla pianta del cacao, passando per il raccolto e il processo in fabbrica fino ad arrivare alla creazione di NESQUIK in polvere che da sempre conquista grandi e piccoli con il suo inconfondibile gusto.

Il nome della pianta del cacao, Theobroma Cacao deriva dal greco antico “Theobroma” e dalla lingua degli Atzechi “cacahualt”: entrambe queste parole significano “cibo degli dei”. Il Theobroma Cacao comprende 3 specie. Criollo, la più antica, veniva coltivata già dagli indiani nell'America centrale. Forastero, originaria dell'Amazzonia superiore. Trinitario che nasce da un incrocio delle varietà Criollo e Forastero. Ogni pianta può far germogliare fino a 50.000-100.000 fiori, ma solo 1 ogni 500 si trasforma in frutto, un grosso baccello lungo 15-30 cm e largo 7-10 cm. Da 20 frutti freschi si ottiene circa 1 kg di semi essiccati, dai quali poi si fabbrica il cacao.

La piantagione di cacao produce due raccolti all'anno. I frutti devono essere raccolti a mano e i baccelli vengono tagliati a metà. In seguito si sottopongono a un processo di fermentazione che consuma la parte gelatinosa del baccello e rigonfia i semi che poi non sono più in grado di germogliare. A seconda della tecnica di fermentazione usata, il cacao sviluppa diversi colori e aromi. Infine i semi vengono essiccati, di solito al sole e all'aria aperta."

I semi sono selezionati, sottoposti a trattamento termico per favorire il distacco della buccia, decorticati, ridotti in granella e alcalinizzati. La miscela alcalina di semi è sottoposta a tostatura e macinata in mulini a martello. Si ottiene una pasta fluida sottoposta a due processi a seconda che si voglia ottenere la polvere di cacao o il cioccolato. Nel primo caso, la pasta è passata su presse che spremono fuori il burro di cacao. Ciò che resta si rimacina fino a ottenere particelle inferiore a 75 micron, così la polvere acquista solubilità. Nel secondo caso, il liquore di cacao entra direttamente nella ricetta del cioccolato insieme ad altri ingredienti (zucchero, latte, burro di cacao).

NESQUIK in polvere si prepara miscelando l'agente emulsionante (la lecitina) allo zucchero. Poi si mescolano tutti gli altri ingredienti della formula: cacao magro, destrosio, vitamine (tiamina, niacina, acido pantotenico, B6, folacina, C, D), minerali (magnesio carbonato, ferro pirofosfato), sale, cannella, aromi. Il ferro contribuisce al normale trasporto di ossigeno nell’organismo, mentre il magnesio contribuisce alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento. Alcune vitamine del gruppo B (tiamina, niacina, acido pantotenico, vitamina B6) contribuiscono al normale metabolismo energetico, mentre la vitamina C contribuisce alla normale funzione del sistema immunitario. Il folato (folacina), infine, interviene nel processo di divisione delle cellule.

Il nome della pianta del cacao, Theobroma Cacao deriva dal greco antico "Theobroma" e dalla lingua degli Atzechi "cacahualt": entrambe queste parole significano "cibo degli dei". Il Theobroma Cacao comprende 3 specie. Criollo è la più antica, Forastero e Trinitario, nata da un incrocio fra Criollo e Forastero. Ogni pianta può far germogliare fino a 50.000-100.000 fiori, ma solo 1 ogni 500 si trasforma in frutto, un grosso baccello lungo 15-30 cm e largo 7-10 cm. Da 20 frutti freschi si ottiene circa 1 kg di semi essiccati, dai quali poi si fabbrica il cacao.